Lo Scaffale : Cinema

Un’educazione paperolese che ci ha fatto grandi

Valentina De Poli ci conduce attraverso i corridoi e le scrivanie degli autori che hanno scritto e disegnato i nostri beniamini

Un’opera sulla nostra infanzia e i suoi eroi, e su come ci hanno fatto diventare quelli che siamo oggi.

PUBBLICITA'

In ogni casa ce n’ è almeno uno, basta solo guardare bene: sono nascosti sugli scaffali della sala, con le coste gialle che si intravedono dietro a tomi seriosi e capolavori della letteratura; spuntano fuori a sorpresa da un portariviste, tra un quotidiano e un settimanale politico; appaiono magicamente nelle mani di figli e nipoti, cuginetti e fratelli minori, che sgranano gli occhi su quelle vignette con la stessa meraviglia con cui lo abbiamo fatto noi anni fa e i nostri genitori prima di noi. Da quelle pagine traboccano becchi e orecchie tonde, investigatori improvvisati e criminali da strapazzo, ghette e cappelli a cilindro, bretelle e giubbe alla marinara, risate e sganassoni; tutti i quack” e gli “ yuk” di cui è fatta la nostra vita. Da novant’ anni gli albi a fumetti di Topolino sono parte integrante dell’immaginario di milioni di italiani. Valentina De Poli, che della rivista è stata prima assidua lettrice per poi diventare redattrice e infine direttrice, ci racconta la sua lunga storia d’ amore con il mondo dei Paperi e dei Topi. Dagli episodi memorabili, come “L’ inferno di Topolino” , “ I promessi Paperi” o la serie di Pk, ai riti degli appassionati, l attesa del nuovo numero il mercoledì,  le lettere ai lettori, gli albi del passato scovati sulle bancarelle; dai grandi maestri, quali Romano Scarpa e Giova Battista Carpi, Giorgio Cavazzano e Silvia Ziche, all’ indimenticabile lessico topolinese fatto di onomatopee, italiano desueto e neologismi; dai grandi ospiti del mondo reale alle parodie di film e romanzi. Di avventura in avventura Valentina De Poli ci conduce attraverso i corridoi e le scrivanie degli autori che hanno scritto e disegnato i nostri beniamini., facendoci rivivere da tutti i punti di vista l’epopea del giornalino più amato d’ Italia e della sua infinita galassia di personaggi. “Un’educazione paperolese” è il diario personale e collettivo del sogno a colori di un paese intero. Un’opera sulla nostra infanzia e i suoi eroi, e su come ci hanno fatto diventare quelli che siamo oggi: un ritratto unico delle piume e delle code che, sotto a giacche eleganti, tailleur e cravatte, portiamo ancora oggi tutti i giorni con noi. 

 L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale

 

Ultim'ora